Formazione IVASS fino al 23 febbraio 2019

lunedì 1 ottobre 2018

Il Titolo II del Regolamento n.40 del 2 agosto 2018 detta naturalmente anche delle disposizioni transitorie atte a regolare la disciplina relativa all’intermediazione assicurativa, alla formazione e all’aggiornamento degli intermediari e degli addetti al call center, durante il periodo di passaggio di applicazione dalle vecchie alle nuove norme. La ratio di alcuni articoli è infatti quella di assicurare, come anticipato, una sorta di continuità disciplinare nel passaggio normativo da ciò che era previsto dai regolamenti abrogati, alla nuova disciplina dettata dal Regolamento n.40 succitato. Qui di seguito il dettato normativo dell’art. 106 dello stesso Regolamento di cui è bene tener conto fino al 23 febbraio 2019.

 *******************************************************

ART. 106 – FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

 

1. Le imprese garantiscono che i propri dipendenti direttamente coinvolti nell’attività di distribuzione alla data del 23 febbraio 2019 siano in possesso di adeguate conoscenze e competenze professionali e che assolvano agli obblighi di aggiornamento professionale di cui all’articolo 89 a decorrere dall’anno 2019.

2. La formazione professionale conseguita dagli addetti dei call center delle imprese in conformità ai criteri fissati dal Regolamento ISVAP n. 34 del 19 marzo 2010 e dal Regolamento IVASS n. 6 del 2 dicembre 2014 rimane valida a condizione che l’attività sia iniziata entro il 23 febbraio 2019.

3. Le ore di aggiornamento professionale effettuate entro il 23 febbraio 2019 in conformità ai criteri fissati dal Regolamento ISVAP n. 34 del 19 marzo 2010 e dal Regolamento IVASS n. 6 del 2 dicembre 2014 sono valide ai fini dell’adempimento degli obblighi previsti dal presente Regolamento, fermo restando il monte ore complessivo di cui all’articolo 89 per l’anno 2019.

4. La formazione professionale conseguita alla data del 23 febbraio 2019 in conformità ai criteri fissati dal Regolamento ISVAP n. 34 del 19 marzo 2010 e dal Regolamento IVASS n. 6 del 2 dicembre 2014 è valida:

a) ai fini della prima iscrizione e dell’inizio dell’attività da parte degli addetti operanti all’interno dei locali dell’intermediario, se la domanda di iscrizione è presentata ovvero l’attività è iniziata entro e non oltre dodici mesi dalla data del conseguimento;

b) ai fini della reiscrizione e della ripresa dell’attività degli addetti operanti all’interno dei locali dell’intermediario, se la domanda di reiscrizione è presentata ovvero l’attività è ripresa entro e non oltre cinque anni dalla data in cui è intervenuta l’inattività.

*****************************************************************************

Un chiarimento dell'IVASS sul tema, esplicita quanto segue:

Si chiarisce che l’aggiornamento per l’anno 2018 dovrà essere completato entro e non oltre il 31 dicembre 2018.

Nessuna proroga viene data per tale anno.

Pertanto:

  • l’aggiornamento effettuato dopo il 1° ottobre, ma prima del 31 dicembre 2018 secondo la precedente disciplina è valido ai fini del completamento degli obblighi di aggiornamento per il 2018;
  • l’aggiornamento effettuato dal 1 gennaio 2019 al 23 febbraio 2019, anche secondo la precedente disciplina, è valido ai fini dell’adempimento degli obblighi di aggiornamento per il 2019.